Ciminna: visita della reliquia del cuore del beato Giacomo Cusmano e tutti gli altri appuntamenti parrocchiali di gennaio

di diario parrocchiale

Ricco di appuntamenti ed incontri il calendario parrocchiale del primo mese del nuovo anno (scarica pdf), per comincare al meglio il 2018 anche dal punto di vista spirituale.

L’appuntamento con il Cenacolo Mariano a cura del “Movimento Sacerdotale Mariano”, in programma per la festività dell’Epifania del Signore è stato spostato a sabato 27 sempre alle ore 21:30 presso la chiesa Madre, a causa di un concerto in concomitanza.

E’ l’adorazione Eucaristica “Roveto Ardente” del gruppo Rinnovamento nello Spirito quindi il primo appunamento parrocchiale dell’anno, venerdì 12 alle ore 21:30 in chiesa Madre.

In occasione dei festeggiamenti di Sant’Antonio Abate venerato all’interno della chiesa Madre, la Santa Messa delle ore 18:00 sarà celebrata secondo il Rito Bizantino ed  al termine come da tradizione saranno benedetti gli animali nel sacrato della chiesa.

Saranno quattro gli incontri tenuti dal Parroco Don Giuseppe Di Giovanni: giovedì 18 (e non venerdì 19) alle ore 18:30 con il gruppo dei lettori presso la chiesa di San Giuseppe, sabato 20 alle ore 18:30 con le famiglie presso la chiesa Madre dove è previsto anche un momento di agape fraterna, sabato 27 alle ore 10:00 insieme al gruppo giovani con la partecipazione dei Frati dell’Ordine dei Predicatori presso la chiesa dei Cappuccini ed infine domenica 28 alle ore 17:00 nella chiesa di San Giovanni Battista  con le confraternite parrocchiali. 

VISITA RELIQUIA BEATO GIACOMO CUSMANO

Sabato 13 ore 18:15 Accoglienza della Reliquia del Cuore del Beato Giacomo Cusmano.
ore 18:30 Solenne Concelebrazione Eucaristica nel 22° anniversario sacerdotale del Parroco Don Giuseppe Di Giovanni.

Domenica 14
La Reliquia del Cuore rimarrà esposta in chiesa Madre.

Il sacerdote palermitano Giacomo Cusmano è noto per aver fondato nel 1867 l’associazione del “Boccone del povero”. Si era laureato in medicina a 21 anni ed era subito divenuto il “medico dei poveri” del capoluogo siciliano, dove era nato nel 1834. Il giovane dottore nel 1860 venne ordinato prete. Poi fondò il sodalizio caritativo, con l’appoggio del cardinale Naselli, e nel 1887 due congregazioni: le Serve e iServi dei poveri. Morto nel 1888 è beato dal 1983.