Estate, poesia di Davide D’Alessandro

di Angolo Poesie*

nascondino

Estate

Strade deserte
Chat aperte
Pomeriggi desolati
Minuti illimitati
Nessun pallone
Nessuna risata da ombrellone
Conversazioni su whatsapp
La vita diventa tutta un’app
Mi piace commenta condividi
Le ginocchia senza lividi
Metà cyborg metà umani
I ragazzini muovono solo le mani
Pollici incollati
Ai tablet collegati
poi mentre sono nella mia stanza,
mi si riaccende la speranza
da fuori sento una cantilena strana
e allor la mia speranza non è vana,
la ripetevo anch’io da bambino
per far la conta per giocar a nascondino.

*di Davide D’Alessandro