Lettera ai Ciminnesi, per la festa patronale di San Vito, dell’Arciprete don Giuseppe Di Giovanni.

di Don Giuseppe Di Giovanni*

img_3705All’ Amato popolo di Ciminna, grazia misericordia e pace. 

In questi giorni di festa patronale giunga a voi il mio augurale affettuoso saluto. Tra non molto sarò con voi come vostro parroco, pastore e guida per tutta la comunità ciminnese, insieme cammineremo alla scuola del Vangelo e solo ed esclusivamente per la gloria di Dio.

Il “nostro” celeste patrono San Vito Martire per difendere la sua identità di cristiano e professare la fede in Cristo unica Via Verità Vita, non esitò a versare il suo sangue. Come martire non rinnegò il suo credo e forte della sua giovane età testimoniò con coraggio, fierezza e franchezza l’appartenenza alla Chiesa. Ciminna, dalle salde radici cristiane, sull’esempio del santo patrono continui a trasmettere alle nuove generazioni la bellezza e il fascino della vita cristiana. Il nostro paese ricco di arte, di cultura, di poeti e musicisti, paese fertile anche per le numerose vocazioni sacerdotali e religiose può essere anzi deve essere una grande risorsa pastorale per inculturare il Vangelo della Vita e della famiglia naturale e divina in un contesto sociale oggi tanto secolarizzato, mondanizzato e scristianizzato. Dinanzi alle sfide ed emergenze educative non saremo tiepidi e relativisti ma ferventi nello spirito, sale della terra e luce del mondo come ci vuole Gesù. Ciminna non si vergogni delle sua storia plurisecolare ancorata all’ insegnamento evangelico; non si vergogni del suo Dna cattolico! Ciminna può essere oggi un laboratorio ecclesiale e civile ; creativo e innovativo, ma sempre fedele alla Tradizione della Chiesa che si apre al futuro con speranza. Questo laboratorio potrà diventare un Oratorio , un progetto cioè per un nuovo umanesimo cristiano per la formazione integrale della persona. Oratorio che sulle orme del suo fondatore San Filippo Neri apre le porte a tutti, per accogliere e ascoltare; pregare e lodare; cantare e formare. Una attenzione particolare per i più deboli ed emarginati e nessuno dico nessuno si senta escluso o esclusa. Un oratorio con uno sguardo attento alle problematiche giovanili. A voi carissime e carissimi giovani desidero aprire il mio cuore esortandovi con le parole di Papa San Giovanni Paolo II : ” Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo ” ! Per voi sarò una porta aperta consideratemi padre fratello e amico. Desidero essere per voi, se lo volete, un punto di riferimento , una guida discreta e spero credibile. Ho bisogno di voi dei vostri talenti e del vostro entusiasmo. Cristo conta su di voi e io pure. Un pensiero profondo ma al centro della mia premura pastorale va a voi emigrati ciminnesi carissimi.

Consideratemi il vostro parroco spirituale virtuale e quanto prima spero tanto incontrarvi e abbracciarvi o a Ciminna o, nei limiti delle mie possibilità, raggiungervi ove risiedete.

Buona festa di cuore a voi !

San Vito vi protegga e vi custodisca! Amato popolo di Ciminna vivete con serenità e pace fraterna la festa.

UNITI si vince perché la Comunione ecclesiale e civile è la “carta vincente” per una comunità bella e splendente sempre nella Carità di Dio.

La grazia del Signore Gesù Cristo, l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi.

Auguri Ciminna e W San Vito.

                                                                       *Arciprete don Giuseppe Di Giovanni

home_0_00_03