Poesia, Arrivederci Fabrizio e grazie!

di Angolo Poesie*

Fabrizio,

che eri GRANDE or meglio s’è compreso
da che natura avversa a noi Ti tolse all’improvviso!
Or non potrai più entrare nelle nostre case
allegro, gioviale, amico e familiare.
Con Te il tempo veloce scorreva
e ognuno in Te un vero amico trovava.
Albero caduto, che artista t’ha formato
ora la gran moltitudine di popolo ha veduto.
Mentre ovunque e con tutti hai dato
di Te il meglio anche in natura
ed or che in cielo sei volato

di Te in terra resta chi hai salvato
offrendoti volontario silenzioso
nel donare parte del tuo corpo al bisognoso.
Lacrime sincere sui volti e nelle case
dicono più che le parole
Tu che eri e quel che hai saputo fare
perchè la vita ed il mondo potessero migliorare.
VOX POPULI l’ha apertamente proclamato
e in chiesa VOX DEI l’ha ribadito
che in cielo Angelo sei già divenuto,
e un’ottima EREDITÀ in terra hai lasciato!

CIMINNA 26 Marzo 2018

*di Ins. Nicolò Barone e Ins. Saverio La Paglia