Il Sindaco, scrive due lettere di reclamo per disservizi A.S.T.

da comuneciminna.gov.it

Il Sindaco, registrando le legittime proteste da parte della cittadinanza in merito alla problematica del trasporto extraurbano tramite l’Azienza Siciliana Trasporti, ha inoltrato agli organi competenti opportuni reclami di cui alle note allegate alla presente.

ALLEGATO 1

Rilevando purtroppo l’ennesimo e reiterato disservizio lamentato dall’utenza nei confronti della società di autotrasporti AST, che gestisce il servizio di trasporto, tra l’altro, di studenti pendolari ciminnesi frequentanti scuole di Palermo, Marineo, Misilmeri, sono costretto, a segnalare la gravità delle situazioni che negli ultimi tempi si sono verificate, sempre con più frequenza.

In particolare, per motivi ancora sconosciuti, alcune corse sono state cancellate di punto in bianco, senza preavviso, tanto da far annullare a molti utenti impegni pregnanti e agli studenti importanti e fondamentali ore di lezione. La corsa delle 06.30 peraltro, alla luce delle difficoltà create dai cantieri sulla PA-AG, rappresenta l’unica imperdibile opportunità di raggiungere il capoluogo in tempi congrui con gli orari scolastici e di molti uffici/ospedali etc. , e la soppressione anche in un solo giorno, procura danni spesso irreparabili quando i diuturni impegni riguardano scadenze improrogabili.

Fra i tanti disagi che vengono segnalati, inoltre, ci sono quelli causati dai mezzi, spesso fatiscenti e comunque oggettivamente vetusti e di conseguenza soggetti a frequenti guasti; numerosi utenti denunciano mancato rispetto degli orari di arrivo a destinazione, fermate non rispettate a causa di mezzi già pieni zeppi di studenti.

E’ chiaro a questo punto che soprattutto le famiglie degli studenti, in più occasioni, devonoprovvedere per cercare soluzioni di trasporto alternative, con la creazione, con effetto a domino, di disagi, ritardi, spese impreviste sui familiari.

Considerato anche che la problematica segnalata si ripresenta con allarmante “puntualità” ad ogni inizio di anno scolastico, con la presente invito e diffido la suddetta Ditta a “voler mettere in atto tutte le procedure appropriate a fornire all’utenza un servizio consono.

Auspico che il problema non venga sottovalutato e che immediatamente vengano presi i dovuti provvedimenti.

Sono disagi che ormai da anni la comunità Ciminnese è costretta ad avere e sarebbe ora che il tutto si risolvesse, perchè è ingiusto che un servizio pubblico debba funzionare a singhiozzo (quando va bene), tutto a spese dei cittadini.

Il Sindaco
F.to Vito Filippo Barone

 

ALLEGATO 2

Azienda Siciliana Trasporti
[email protected]
Al Sig Presidente della
Regione Siciliana
Assessorato Regionale Infrastrutture Mobilità e Trasporti
[email protected]
a Sua Eccellenza il
PREFETTO

In data 04 ottobre u.s. registrando le legittime proteste dei cittadini ciminnesi, verificate peraltro personalmente, si invitavano gli organi in indirizzo e l’Azienda AST, con nota PEC protocollo 11506, ad intraprendere seri ed opportuni provvedimenti finalizzati alla risoluzione di un problema la cui gravità viene ampliata dalla ormai non più contingente situazione viaria della PAAG.

Oggi, dopo l’ennesimo e reiterato episodio peraltro verificatosi alle 06,30 di mattina e relativo alla corsa più importante del giorno, e con lo scrivente, la Polizia Municipale e l’Amministrazione tutta tempestata di reclami e proteste, torno a segnalare il problema e a chiedere con forza adeguate risposte finora non riscontrate.

I riflessi più seri e complessi si ripercuotono soprattutto sui numerosi studenti che frequentando Istituti che hanno sede a Palermo, Misilmeri, Termini Imerese o peggio quelli che sono costretti a servirsi di coincidenze per Comuni come Bagheria, non collegata direttamente da linee extraurbane, negando il diritto allo studio.

Anche le problematiche connesse ad altre categorie di utenti, i quali sempre a causa delle difficoltà che si riscontrano lungo la PA-AG e lo stress da queste procurato, hanno scelto il mezzo pubblico, non sono da meno: appuntamenti ospedalieri, di affari, lavoratori che devono essere presenti presso i rispettivi uffici nel pieno rispetto degli orari.

Tutto ciò ha determinato presso la cittadinanza (non soltanto l’utenza diretta ma anche i familiari costretti a sostituirsi di punto in bianco soprattutto nella corsa delle 06.00 al mezzo pubblico al fine di assicurare i collegamenti) un giustificato clima di esasperazione che lo scrivente ha cercato di stemperare attraverso la citata nota del 4 ottobre u.s., ad oggi purtroppo disattesa e priva di minimo cenno di riscontro;

La presente, pertanto, formulata al fine di ulteriormente sensibilizzare Le SS.LL. in indirizzo, ricercando possibilmente in maniera sinergica con ogni mezzo di addivenire ad una soluzione del grave problema per scongiurare più gravi conseguenze.

Il Sindaco
Vito Filippo Barone