Il perché di questa esperienza

Il perché di questa esperienza

E’ iniziata l’esperienza di lettura sul Vangelo di Luca: “Padre, dammi la parte che mi spetta”. In sé, parlare di esperienza, riferendosi all’atto del leggere,  sembra un po’ forzare il significato di questi incontri. La parola esperienza, infatti,  rimanda ad una conoscenza acquisita mediante il contatto diretto della realtà, come ci suggerisce la stessa definizione del vocabolario, mentre la lettura è un’attività puramente intellettuale, implica principalmente  la decifrazione di segni e  la comprensione di messaggi…

Ma quando il libro  in questione è la Bibbia, o, più specificatamente nel nostro caso, il Vangelo, “luogo” per eccellenza di paradossi, è possibile, anzi DIVENTA  necessario, se non addirittura  obbligatorio, ABITARLA la lettura, farla ESPERIENZA, nella consapevolezza  che la Parola che ci consegna non è un concetto o un’ideologia, ma è relazione… salvezza… grazia… vita… è CARNE!

LA PAROLA, QUINDI, PORTA IN Sè UN’ESIGENZA INELUDIBILE: FARE QUOTIDINA SINTESI TRA FEDE E VITA.

E’ questo il senso di questa iniziativa: una pratica di lettura attenta della Parola (libera da proiezioni, desideri, aspettative, preconcetti con cui, spesso, vanifichiamo il suo autentico messaggio), che IMPEGNI I SINGOLI ED IL GRUPPO ad una obbedienza attiva, di chi sa che solo chi mette in pratica la Parola, la incontra davvero!

Con questi sentimenti e queste attese l’Azione Cattolica di Ciminna  consegna  agli amici del web  il contenuto di questi incontri, per approfondire, confrontarsi, misurarsi  con essa, nella convinzione che la Parola  ha qualcosa da dire a tutti gli uomini di buona volontà e che la sua condivisione autentica genera  un nuovo modo di essere e di agire,  determina, nei singoli e nelle comunità, conversione  e cambiamento.

Inoltre, traendo spunto da “frammenti” della  Parola (provocazioni, tematiche, input vari), si aprirà uno spazio destinato a raccogliere percorsi artistico-culturali, educativi,  socio-economici, perché la Parola, che  “dice”  Dio all’uomo, ma “dice” anche l’uomo all’uomo, può sempre incrociare e illuminare la storia degli uomini  e la quotidiana ricerca di senso, di felicità, di giustizia, di buono, di bello, che alberga nell’intimo di ogni  “desiderio” umano.

Buona lettura a tutti …ops!  Buona esperienza di lettura!

L’AC di Ciminna

TORNA ALL’INIZIO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: