Introduzione al Vangelo di Luca

INTRODUZIONE

Luca, discepolo della seconda generazione, non ha conosciuto direttamente Gesù, ha vissuto nella chiesa che aveva già sperimentato l’evento Gesù, che aveva, cioè,  sperimentato la Resurrezione, l’Ascensione,  la Pentecoste. Luca scrive nella chiesa dei discepoli di Gesù, cioè di coloro che non hanno conosciuto direttamente Gesù, ma l’hanno conosciuto  per mezzo degli apostoli,  che sono coloro che sono stati associati direttamente alla sua missione. Luca, inoltre,  è anche un profondo conoscitore di Maria.

Chi era Luca?

Luca operò come collaboratore di Paolo  (cfr. Filemone 24),

era medico e  scrittore colto, versatile e raffinato,

era profondamente rispettoso della Tradizione, ma…se ne distacca per alcune caratteristiche particolari.

Novità in Luca

Mettiamo a confronto come iniziano i tre Vangeli sinottici:

Mc 1,1 “Inizio del Vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio”

Mt 1,1“Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abramo.”

Lc 1,1-4 “Poiché molti han posto mano a stendere un racconto degli avvenimenti successi tra di noi,
come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni fin da principio e divennero ministri della parola, così ho deciso anch’io di fare ricerche accurate su ogni circostanza fin dagli inizi e di scriverne per te un resoconto ordinato, illustre Teòfilo,  perché ti possa rendere conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto. “

Dal confronto salta agli occhi una prima differenza quantitativa: si tratta di un prologo di 4 versetti, a differenza della introduzione lapidaria degli altri due; ma, soprattutto, manca in Luca il riferimento al protagonista  del messaggio, cioè Gesù Cristo. Gesù  non viene menzionato  in questi primi versetti,  qui il protagonista è Luca stesso.

Luca,  che  rappresenta il secondo anello della catena , mette in moto la trasmissione del messaggio, mette in luce l’importanza di chi trasmette il messaggio, perché chi trasmette è importante quanto il messaggio che si trasmette.

Luca chiama il suo prodotto resoconto ordinato. (Sottolineiamo questa sua definizione, perché ci tornerà utile per capire in seguito una caratteristica forte, un messaggio peculiare del suo scritto).

La sua opera è inoltre  un’opera in due volumi, Il Vangelo di Luca continua con gli Atti degli apostoli, che si aprono di nuovo ponendo al centro chi emette il messaggio. Atti 1,1

 

TORNA ALL’INIZIO

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: