Affinché venga istituita una scuola professionale I.P.S.I.A. nel Comune di Ciminna


image001Associazione culturale

Alleanza Democratica Universitaria

 

 

 

Alla cortese attenzione del Presidente della Regione siciliana

Dott. Rosario Crocetta

E p. c.

 

Al Sindaco del Comune di Ciminna

Sig. Vito Catalano

 

 

 

   Il sottoscritto, in qualità di presidente dell’associazione culturale Alleanza Democratica Universitaria, in riferimento a quanto contenuto in oggetto nelle lettere di cui allego copia e di cui abbiamo parlato…, comunica di avere nei giorni scorsi fatto quanto da lei chiestomi e cioè:

 

  • di aver contattato il Sindaco del Comune di Ciminna al fine di farla chiamare per fissare un incontro ufficiale con la Signoria Vostra per verificare cosa bisogna fare per realizzare l’iniziativa secondo le normative in vigore;

 

  • di avere appurato che il sindaco di Ciminna in mia presenza, in data 9 dicembre 2013, ha contattato telefonicamente la segreteria della Regione Siciliana per fissare l’incontro con la Signoria Vostra.

 

   Pertanto, al fine di dare correttamente alla Signoria Vostra i dovuti riferimenti su quanto sino ad oggi fatto in riferimento all’argomento di cui stiamo trattando, allego copia delle seguenti lettere nelle quale sono esplicitate tutte le motivazioni che ci hanno spinto a perorare tale  importantissima iniziativa… Lettere peraltro contenute nella documentazione da me personalmente depositata nel marzo di quest’anno presso:

 

  • Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (U.S.R. per la Sicilia – Ufficio XV Ambito Territoriale Provincia di Palermo) in data 6 marzo 2013 n. ricevuta 14584;

 

      ·        presso la segreteria generale della Presidenza della Regione in data 7 marzo 2013;

 

  • Assessorato regionale della Famiglia delle Politiche Sociali e del Lavoro in data 8 marzo 2013;
  • ·        Assessorato Pubblica Istruzione in data 7 marzo 2013;

 

   Pertanto, nella speranza di potere incontrare ufficialmente quanto prima la Signoria Vostra assieme al Sindaco del Comune di Ciminna per verificare quanto occorre ancora fare per realizzare quanto contenuto in oggetto nelle lettere si cui sotto allego copia, colgo l’occasione  per augurare alla Signoria Vostra buon lavoro e tantissimi auguri in occasione delle oramai prossime festività natalizie.


   Distinti saluti

 

 

Il Presidente di Alleanza Democratica Universitaria

Dott. Salvatore Elia Catalano

 

 

Lettere Allegate

 

  •  Lettera A)

 

 

Ciminna, lì 04 marzo 2013.

 

 

Associazione culturale

Alleanza Democratica Universitaria

 

 

 

Al Presidente della Regione Siciliana

Dott. Rosario Crocetta

 

Al Direttore dell’Ufficio Scuola Curia Arcivescovile di Palermo

Don Antonino Todaro

 

All’Assessore Regionale alla famiglia, alle politiche sociali e al lavoro

Dott.ssa  Esterina Bonafede

 

All’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione e Formazione Professionale della Regione  Siciliana

Sig.ra Nelli Scilabra

 

Al Capogruppo del Movimento Cinque Stelle all’A.R.S.

On. Giancarlo Cancellieri

 

Al Presidente di Metropoli Est della Provincia di Palermo

Dott. Salvatore Camilleri

 

Al Presidente del G.A.L. Metropoli Est della Provincia di Palermo

Sig. Ciro Coniglio

 

Al Dirigente del Provveditorato agli Studi di Palermo

Prof. Rosario Gianni Leone

 

Al Presidente del Consiglio Scolastico Provinciale di Palermo

Prof. Salvatore Cecala

 

E p. c.

 

A tutti i cittadini ciminnesi e del Comprensorio

 

Al  Segretario Regionale dell’UDC siciliano

Senatore Giampiero d’Alia.

 

Al Presidente Regionale dell’UDC siciliano

Prof. Andrea Piraino

 

 

 

   Oggetto: istituzione di una scuola professionale (I.P.S.I.A.) nel Comune di Ciminna a beneficio di tutti gli studenti e dei  cittadini presenti nel Comprensorio.

 

   È in qualità di Presidente di Alleanza Democratica Universitaria che ho il piacere di comunicare alle Signorie Loro, che la presente iniziativa culturale ha già ottenuto in maniera del tutto trasversale sia sotto il profilo sociale, sia sotto il profilo politico, il pieno sostegno di tutti i Comuni confinanti con Ciminna che quasi tutti come esso fanno parte dei consorzi d’impresa di “Metropoli Est” o del “G.A.L. Metropoli Est”, che come ben sappiamo hanno come obiettivo quello di sostenere e promuovere le condizioni per lo sviluppo socio-economico ed occupazionale del territorio nel quale operano.

 

   A conferma di ciò allego copia dei documenti ufficiali sino ad oggi prodotti: 

 

  • ·         raccolta firme, sottoscritta con grandissima partecipazione da più di 1400 concittadini del Comprensorio con tanto di numero di documento di riconoscimento;

 

  • ·         Protocollo d’Intesa Intercomunale firmato indistintamente dai Sindaci di destra, di centro e di sinistra che rappresentano nel territorio circa 26.000 abitanti.

 

1.       Ciminna;

2.       Baucina;

3.       Ventimiglia di Sicilia;

4.       Villafrati;

5.       Cefalà Diana;

6.       Godrano;

7.       Mezzojuso;

8.       Campofelice Fitalia;

9.       Vicari;

10.    Bolognetta. 

 

         Un’iniziativa molto importante, in quanto consentirebbe a tutto il Comprensorio di conseguire molteplici vantaggi, quali ad esempio: 

 

1.      di riguadagnare alla sua vocazione originaria, con una adeguata ristrutturazione per l’indirizzo scolastico che si intende istituire, un’importante struttura oggi non utilizzata, (poiché allo stato attuale inagibile) che il Comune di Ciminna metterebbe a disposizione:

 

l’ex scuola elementare sita in via Luchino Visconti.

 

2.      di puntare in maniera razionale al potenziamento delle realtà culturali già presenti nel territorio, oggi rappresentate dall’Istituto Autonomo Comprensivo “Don G. Rizzo” di Ciminna e dalla sez. distaccata di Ciminna del liceo Scientifico “Nicolo Palmeri” di Termini Imerese che include in se anche l’indirizzo Tecnico Commerciale;

 

3.       di offrire una offerta formativa maggiormente diversificata, fondamentale per formare tutte quelle figure professionali oggi quasi del tutto scomparse, ma delle quali il territorio ha necessariamente bisogno se vuole rilanciare la propria crescita in un ambito economico che può addirittura oltrepassare i confini del Comprensorio di cui Ciminna fa parte;

 

4.      di ricreare, su una piattaforma culturale, il tessuto dell’artigianato e della piccola e media imprenditoria locale; 

 

5.      di riguadagnare quotidianamente la presenza dei giovani studenti alle loro famiglie ed al loro territorio di appartenenza, visto che non si troverebbero più costretti ad andare a studiare durante l’intero arco della settimana  a Palermo o a Bagheria;

 

6.      di dare un’opportunità di studio in più a tutti quei giovani ragazzi del Comprensorio, che oggi pur volendo intraprendere questo percorso di formazione culturale, si trovano di fatto impossibilitati a poterlo fare, perché a causa dei motivi familiare che tutti possiamo benissimo comprendere, non si possono permettere quello che oramai è diventato un  “lusso”: andare a studiare fuori sede;

 

7.       di andare incontro alle esigenze economiche di tutte quelle famiglie facenti parte del Comprensorio, in quanto non si troverebbero più costrette a dovere affrontare gli attuali elevati costi per il mantenimento dei loro figli che studiano fuori sede: a loro dire, una cifra di quasi 100 euro a settimana fra vitto e alloggio;

 

8.      di creare le condizioni affinchè queste somme di denaro (circa 100 euro a settimana per studente)   possano, invece, rimanere, nel rapporto fra spesa e risparmio, 365 giorni all’anno all’interno delle casse e del ciclo economico locale di tutto il Comprensorio;

 

9.      di creare fin da subito nuovi posti di lavoro, visto che per il buon funzionamento della scuola che intendiamo realizzare, si dovrebbero necessariamente assumere nel territorio un’ulteriore classe docente e del personale senza i quali sarebbe impossibile svolgere tutte quelle attività didattiche, degli uffici di segreteria e di tutti gli altri servizi di cui una scuola ovviamente necessita;

 

10.  di creare a medio termine, nell’arco di un quinquennio dall’istituzione della scuola professionale, nuove figure professionali (idraulico, tornitore meccanico, falegname, elettricista, elettrauto ecc. ecc.) che potrebbero potenzialmente a loro volta:

 

  • sia dare lavoro alle future generazioni;

 

  • sia trovare impiego anche nella futura zona artigianale ed industriale che si dovrebbero realizzare nel territorio di Ciminna; 

 

   Di creare, dunque, alla luce di quanto fin qui esposto, una nuova realtà culturale e nuove figure professionali che potrebbe generare, come indotto, un nuovo ciclo micro – economico dal quale dipende anche lo sviluppo di una sana economia reale in favore di tutti i Comuni, le famiglie e le già esistenti attività commerciali presenti nel Comprensorio.

 

   Infatti si sa che più è elevato il numero di abitanti che vive, produce, spende, risparmia e cresce culturalmente su un determinato territorio, maggiori sono a medio e lungo termine per quest’ultimo le possibilità di conseguire un sano e libero sviluppo economico, sociale, culturale e politico.

 

Nota bene:

 

Voglio infine ricordare ancora una volta, che per conseguire tutti gli obiettivi fin esposti è di vitale importanza potenziare adeguatamente i collegamenti fra i succitati Comuni o per mezzo del servizio AST o in alternativa, qualora questa via non fosse praticabile, dare da parte delle Istituzioni dalle Signorie Loro attualmente rappresentate, adeguato sostegno economico ai succitati Comuni affinchè possano, ad esempio, stipulare nel rispetto delle leggi in vigore, delle convenzioni con soggetti privati che nel territorio sono in grado di offrire tale servizio.

 

   Solamente così, infatti, tutti gli indirizzi scolastici presenti nel succitato Comprensorio, potranno essere agevolmente raggiunti con il positivo risultato di poter incrementare il proprio numero di iscritti. Iscritti che a loro volta non farebbero altro che raggiungere un ulteriore obiettivo e cioè: 

 

  • di potenziare, nel pieno rispetto di tutti quei principi che stanno a fondamento della Costituzione Italiana, le relazioni politiche, sociali e culturali fra tutti i Comuni, i cittadini e gli studenti facenti parte del Comprensorio, visto che gli studenti di oggi saranno i genitori, i professionisti, gli uomini e le donne che rappresenteranno il territorio nelle Istituzioni di domani…

 

   Dunque, quale migliore occasione se non questa per cercare di affiatare sin da adesso su una potenziale piattaforma culturale tutti quei giovani che saranno i futuri cittadini e gli amministratori del territorio di domani?

 

    Pertanto, nell’attesa di ricevere al più presto una risposta positiva in merito, colgo l’occasione per porgere alla Signorie Loro cordiali saluti.

 

 

 

 

 

 

 

Il Presidente di Alleanza Democratica Universitaria

Dott. Salvatore Elia Catalano

 

 

 

 

 

 

  • Lettera B)

 

 

 

Ciminna, lì 04 marzo 2013

 

 

Associazione culturale

Alleanza Democratica Universitaria

 

 

Oggetto: istituzione di una scuola professionale (I.P.S.I.A.) nel Comune di Ciminna a beneficio di tutti gli studenti e dei cittadini facente parte del Comprensorio.

 

Documenti allegati

 

1.       Lettera con la quale il 17 marzo del 2011 abbiamo informato i cittadini e le Istituzioni presenti nel Territorio dell’avvio della raccolta firme per l’istituzione nel Comune di Ciminna di un istituto professionale (I.P.S.I.A.) a beneficio di tutti gli studenti e dei cittadini che abitano nel Comprensorio. 

 

2.       Raccolta firme con tanto di autocertificazione sottoscritta da più di 1400 concittadini che abitano nel Territorio. 

 

3.       Protocollo d’Intesa Intercomunale firmato dai Sindaci dei Comuni di: Ciminna, Baucina, Ventimiglia di Sicilia, Villafrati, Cefalà Diana, Godrano, Mezzojuso, Campofelice Fitalia, Vicari, Bolognetta, che fanno parte dei consorzi d’impresa Metropoli Est e del G.A.L. Metropoli Est, che come ben sappiamo hanno come obiettivo quello di sostenere e promuovere le condizioni per lo sviluppo socio-economico ed occupazionale del territorio nel quale operano e che nel caso specifico  coinvolgono una popolazione superiore a 26000 abitanti.

 

4.      Lettera con la quale la sez. U.D.C. di Ciminna dichiara esplicitamente di accettare la richiesta di Alleanza Democratica Universitaria di estendere il progetto a tutte le forze politiche che vorranno attivamente cooperare alla sua realizzazione, nella speranza di prevenire così ogni forma di strumentalizzazione politica a discapito della presente iniziativa socio-culturale. Nella presente si specifica inoltre, che il direttivo dell’U.D.C. di Ciminna consegna ufficialmente la prosecuzione del progetto ad Alleanza Democratica Universitaria, visto che essa in realtà è la vera ideatrice e promotrice della presente iniziativa socio-culturale.

 

5.       Lettera con la quale Alleanza Democratica Universitaria espone tutte le motivazioni che giustificano la validità della presente iniziativa socio-culturale.

 

   Si precisa inoltre, che Alleanza Democratica Universitaria è l’associazione socio-culturale che nel 2002 è riuscita a fare istituire il liceo Scientifico nel Comune di Ciminna, grazie ad una sana cooperazione da essa intrapresa con tutte le realtà culturali, sociali ed istituzionali presenti nel Territorio: Comune, Provincia Regionale di Palermo, Regione Siciliana, Consiglio Scolastico Provinciale di Palermo, Provveditorato agli Studi di Palermo ecc. ecc.

 

 

 

 

 

Il Presidente di Alleanza Democratica Universitaria

Dott. Salvatore Elia Catalano

 

————————————————————————————————-

Piazza Umberto I n. 2 Ciminna (PA). C.A.P. 90023. Cell.328/ 012. 11. 89

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: