Il Sindaco costituisce un asse su cui tentare di galleggiare.

salvatore manninaChiamarlo asse effettivamente è un poco azzardato. Ma questi sono gli elementi e su questo il Sindaco ha deciso di lavorare. L’asse è costituito da: Sindaco, il vice, l’articolo 4 con Benito Campobello & C. Da questo punto fermo il Sindaco vorrebbe tentare la traversata nel deserto verso un approdo quanto più vicino alla fine del mandato. Il blocco è di tutto rispetto e si può avvalere della ormai indissilubile coppia Sindaco e Vice che sono coloro che tirano le file di tutto quanto e della new entry Benito Campobello che è a capo del gruppo politico Articolo 4 di Ciminna. Vedremo e speriamo che da loro possa arrivare linfa fresca da cui potere sostentare l’attività politica. Ma viene da chiedersi però: gli alleati di ferro che sono i Riggiani dove sono finiti? E l’altra parte della giunta? E i consiglieri comunali? Proviamo a capire dove. Cominciamo dagli altri componenti della giunta, l’Assessore ai BB.CC e l’Assessore al Bilancio e l’l’Assessore al Turismo. Invitati soltanto alla seduta di giunta in cui per dovere debbono tenere il numero legale per non invalidare il deliberato. L’Assessore Leone sempre più sulle p…..lle del Sindaco che non vende l’ora di poterlo fare fuori. L’Assesssore Sarullo che comprende i forti limiti di questo Sindaco sbuffa e non vede l’ora che gli chiedono di levare il distrurbo per manco dire e stata una scelta mia. L’Assessore Lo Pinto, la più dinamica e intraprendente quasi alla fine del suo mandato, che novità escluse dovrebbe cessare a giugno 2014. Non si comprende come il Presidente del Consiglio si faccia passare tutto quanto sotto il naso, impotente nel far valere la sua posizione di rilievo. I consiglieri comunali di maggioranza ingabbiati tutti nella tela di penelope. Insomma alla fine ci tocca sperare in questo nuovo asse politico, Sindaco, vice ed articolo 4 di Benito Campobello & C.? Che attenzione si potrebbe rinforzare già a giungno, quando il rimpasto in giunta per la staffetta in rosa potrebbe chiudere le porte all’assessore Leone e all’assessore Sarullo ed aprire ad altri consiglieri comunali di maggioranza che a quel punto garantirebbero numeri certi in consiglio comunale anche se perdessero qualche pezzo. A meno che il gruppo Riggio non decida di dire basta tirandosi fuori da questo disastro amministrativo di cui oggi loro sono corresponsabili anche se estromessi dall’asse che conta e che comanda il municipio, molto probabilmente le cose andranno così per come descritte.

One Reply to “Il Sindaco costituisce un asse su cui tentare di galleggiare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: