Mani… come rami

di Angolo Poesie*

mani come rami 1Mani spalancate,
verso la luce protese
affiorano dall’acqua,
annaspano in cerca
di sicuro appiglio
o d’incerta salvezza.
Come rami d’alberi
dall’inverno denudati
che, rivolti al cielo,
chiedono un raggio di sole,
un po’ di calore e,
talvolta, sono ascoltati.
Ma il mare no…. ,
non ha orecchie per sentire
urla di paura,
né un cuore che perdona.
Ciò che prende , lui…
non lo ridona!

*di Domenica Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *