Ciminna, nuovo avvicendamento in parrocchia. Grazie Padre Giuseppe

di Agorà Ciminna

Nuovo avvicendamento nella parrocchia Santa Maria Maddalena di Ciminna, a darne notizia è l’attuale arciprete parroco Don Giuseppe Di Giovanni che questo pomeriggio ha convocato i parrocchiani ed in particolare i rappresentanti delle confraternite e dei gruppi religiosi per delle comunicazioni importanti.

In una chiesa di San Francesco di Paola gremita di fedeli il parroco ha comunicato la nomina da parte dell’arcivescovo di Palermo S.E.R. mons. Corrado Lorefice di Don Antonino Bruno come nuovo parroco ed ha invitato tutti i presenti a sostenere fin da subito il ministero sacerdotale del nuovo parroco nella nostra comunità con la preghiera.

Don Antonino Bruno è un giovane sacerdote della parrocchia del Cuore Immacolato di Maria di Misilmeri e lascia la comunità parrocchiale di San Girolamo a Mondello che ha guidato per 9 anni. Abbiamo avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo in occasione dell’ultima novena dell’Immacolata quando ha celebrato la Santa Messa ai piedi della Madonna nella Chiesa di San Francesco d’Assisi, dove si era recato in pellegrinaggio parrocchiale accompagnato da diversi fedeli della sua comunità. Non appena possibile vi comunicheremo la data della cerimonia di insediamento alla presenza dell’Arcivescovo.

Al nostro arciprete Don Giuseppe Di Giovanni, è stata assegnata la parrocchia di S. Maria della Pietà nel quartiere Kalsa del centro storico di Palermo. Sono state diverse le iniziative messe in atto dal nostro parroco in questo anno trascorso insieme che si vanno a sommare al già intenso calendario parrocchiale ciminnese. Ci riferiamo agli appuntamenti mensili con i giovani, le famiglie e le confraternite, i cenacoli mariani e le adorazioni eucaristiche, diverse presentazioni di libri e dibattiti culturali, concerti canori e musicali, il giubileo mercedario, il gemellaggio con le comunità del venerabile Don Francesco Paolo Gravina Principe di Palagonia, le visite delle reliquie del Beato Giacomo Cusmano e di S. Filippo Neri. Lo scorso mese di ottobre ha voluto cominciare il suo ministero sacerdotale a Ciminna, celebrando il centenario delle apparizioni della B.V.M. a Fatima, ospitando per l’occasione la Madonna pellegrina e donandoci una bellissima statua della Madonna di Fatima esposta al culto dei fedeli in Chiesa Madre. Dal primo momento qui a Ciminna si è speso ed ha lavorato tantissimo per i giovani, affiancandoli e sostenendoli in ogni loro iniziativa. Ricordiamo fra tutte la più importante, l’inaugurazione dell’Oratorio parrocchiale intitolato a San Filippo Neri e San Giovanni Bosco i due santi padri dello spirito oratoriano, ma anche la piccola stanza del Triunfu che è divenuta un vero e proprio luogo di aggregazione e ritrovo. Ha dato nuova linfa al gruppo dei ministranti che oggi conta la partecipazione di una trentina di ragazzi impegnati nel servizio all’altare. Ci ha dato la possibilità di crescere nella fede grazie alla presenza di diversi sacerdoti e religiosi che sono stati invitati a predicare ed a tenere conferenze e dibattiti. Lo scorso mese di aprile in occasione dei festeggiamenti di San Francesco di Paola, la bellissima esperienza della missione popolare con i frati Minimi che ha coinvolto l’intera parrocchia impegnata nell’accoglienza e nell’ospitalità, ma anche l’intero territorio parrocchiale. Il gruppo di missionari infatti ha girato, le scuole, le vie ed i locali di tutta Ciminna. In questo anno sono stati avviati alcuni progetti di restauro grazie alla collaborazione delle confraternite e dei gruppi. Periodicamente sono stati organizzati dei pellegrinaggi parrocchiali in diverse località della Sicilia, a febbraio il “giro delle sette chiese” sull’esempio di San Filippo Neri per il centro di Palermo e nel mese di luglio la partecipazione al pellegrinaggio diocesano a Lourdes insieme alle altre parrocchie. Vogliamo ringraziare vivamente Don Giuseppe per la sua opera pastorale nella nostra comunità, per il bagaglio di esperienze che ci lascia, per la sua instancabile dedizione, per la sua semplicità e per l’impegno nel portare avanti la sua missione in mezzo a noi sempre con quell’allegria che lo contraddistingue e che ci lascia come suo bellissimo ricordo. Per questi motivi lo ringraziamo nonostante lui abbia dichiarato che spettano a lui i ringraziamenti verso la nostra comunità parrocchiale di Ciminna che in questo anno lo ha collaborato nel portare avanti tutte quelle iniziative che anche noi abbiamo voluto elencare.

Noi di Agorà Ciminna lo ringraziamo anche per averci dato la possibilità di collaborarlo nell’organizzazione degli appuntamenti culturali, oltre che con la sezione dedicata alla parrocchia, ospitata ormai da diversi anni nel nostro sito dove è possibile trovare tutte le informazioni e gli orari parrocchiali. Grazie, grazie di vero cuore.

Le nomine di nuovi parroci toccano anche la parrocchia di Santa Rosalia nel vicino comune di Baucina, dove arriva come parroco il sacerdote ciminnese Don Domenico La Monica che lascia la comunità di Godrano. Lo scorso 5 luglio invece, il sacerdote ciminnese Don Vito Passantino è stato nominato rettore della chiesa della SS. Trinità al Carmine in Ciminna e contestualmente Cappellano delle Suore del Collegio di Maria in Ciminna.

Auguriamo ai voi sacerdoti un buon cammino nelle vostre nuove comunità di riferimento e diamo il nostro benvenuto a Don Antonino a cui vogliamo di da adesso rinnovare la nostra disponibilità e collaborazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: