‘Nca parra, poesia del prof. Martino Spina

di Angolo Poesie*

.

Chi taliata

ripusanti

e ‘ncuraggianti

ai!

.

Natru

mi sentu

quannu

vicinu

a tia mi trovu!

.

Mi vo riri

co cosa?

‘nca parra!

Tuttu

oricchi sugnu!

.

D’intra

ri mia

na ciamma (fiamma)

s’adduma:

caminari

mi fai

pi ‘nte celi

arrivari.

.

Rassumigghiu

e balluna

ca pu TRIUNFU

‘nto celu

acchiananu!

.

E natri pu

CELU

semu

‘n camminu…

.

TU ACCUMPAGNANI…

pirchì

suli

natra

strata

pigghiamu!

*composta il 13 Maggio 2021 dal prof. ciminnese Martino Spina, in occasione dell’anniversario delle apparizioni della Beata Vergine Maria ai tre pastorelli in Covo d’Iria, Fatima.

Il presente testo è pubblicato all’interno della collana Rapemu Rapemu L’Italia Riapre di prof. Martino Spina pubblicato da Avalon nel 2021 dal, disponibile presso l’edicola di Ciminna in Corso Umberto I e la libreria Vaccaro di Palermo presso il corso Vittorio Emanuele, 439/441.

TRADUZIONE POESIA DAL DIALETTO SICILIANO

Che sguardo

riposante

e incoraggiante

hai!

.

Un’altro

mi sento

quando

vicino

a te mi trovo!

.

Mi vuoi dire

qualcosa?

Eh… parla!

Tutto

orecchi sono!

.

Dentro

di me

una fiamma

s’accende:

camminare

mi fai

per nei cieli

giungere!

.

Rassomiglio

ai palloni

che per il TRIONFO

verso il cielo

salgono!

.

E noi verso

il CIELO

ci

dirigiamo!

.

TU ACCOMPAGNACI

Perchè

soli

un’altra strada

prendiamo!

AVE… AVE… AVE… MARIA!

3 Replies to “‘Nca parra, poesia del prof. Martino Spina”

  1. Nel comporre ‘NCA PARRA ho ripercorso gli anni in cui frequentavo la chiesa Madre e quella di San Francesco di CIMINNA –
    Ho avuto la buona sensazione che al guardare la + bella Statua della Madonna in SICILIA dicesse qualcosa…. In questo Periodo di Pandemia ho notato ancora di + quanto detto… Sono fiducioso che queste 8 poesie siano d’aiuto per vincere la paura di fronte al dilagante VIRUS Omicron E OTTENERNE LA GUARIGIO NE !
    Un caloroso Grazie va a chi ha fatto un commento e allo STAFF DI AGORÀ CIMINNA!
    Martino Spina

  2. La Beata Vergine Maria Santissima come Porto Sicuro e come mezzo che ci conduce a Cristo. E’ questa la consapevolezza che emerge dai versi del prof. Spina che da cattolico fervente ha saputo raccogliere nella propria vita l’eredità che ci è stata data ai piedi della Croce. Come San Giovanni infatti, ognuno di noi sa di avere una Madre in comune con tutti gli uomini e con Gesù stesso, che ci accompagna nel nostro percorso di vita e che senza la quale prenderemmo altre strade.
    Che Maria ci doni questa percezione e ci faccia sentire questa sua dolce presenza in ogni istante di cammino.
    “Ad Jesum per Mariam”.

Rispondi a Francesco Tusa Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *