Pagina dedicata alle proposte che riguardano il Sindaco e

l’ amministrazione comunale.

 

Inserisci tra i commenti i tuoi suggerimenti che saranno inoltrati al Sindaco da parte della redazione di Agorà Ciminna.

7 Replies to “Suggerimenti per il Sindaco”

  1. La pubblicazione all’albo della delibera di Giunta di approvazione del bilancio preventivo 2012 senza alcun allegato, non dà ai cittadini quelle informazioni necessarie e sufficienti per capire l’argomento trattato.

    Il solo prospetto delle risultanze finali del bilancio preventivo 2012, contenente una serie di numeri priva di descrizioni, a parte l’unica dicitura “avanzo di amministrazione”, risulta incomprensibile e incoerente con la richiamata trasparenza dell’azione amministrativa. Ritengo che la precisazione che presso l’ufficio ragioneria è disponibile il bilancio preventivo e gli allegati, non sollevi l’amministrazione dall’obbligo della necessaria informazione alla cittadinanza tramite l’albo pretorio on line.

    Per quanto sopra chiedo che venga pubblicato nell’albo pretorio on line del comune, lo schema completo del bilancio preventivo 2012 e la relazione previsionale e programmatica richiamati dalla delibera di Giunta.

  2. Ma come è possibile che la nostra bella villa comunale venga lasciata nell’abbandono e degrado così totali? E’ veramente una vergogna!

  3. Da alcune settimane l’erogazione dell’acqua potabile a Ciminna è andata in tilt causando una drastica riduzione dell’acqua disponibile per gli utenti, che è del tutto insufficiente anche per le cose più essenziali. I funzionari responsabili del comune dicono che l’inconveniente è causato dalla rete idrica che, a causa della vecchiaia, non riesce a sopportare le alte pressioni necessarie per un corretto funzionamento della rete. Il vicesindaco consiglia di far controllare il contatore dall’addetto alla distribuzione dell’acqua il quale regolarmente prescrive l’installazione di un’adeguata elettropompa o la sostituzione di quella esistente con una più potente. Mi astengo dal fare le conclusioni che verrebbero spontanee. Insomma dovremmo ingaggiare una gara di potenza di elettropompe con i nostri vicini di casa per avere un po’ più di acqua. Attualmente l’acqua viene erogata con turni di mezzora ogni due giorni (ma siamo in Italia?) per cui ritengo che come misura immediata, per compensare la diminuzione della pressione dell’acqua, si dovrebbero portare tali turni ad almeno un’ora al giorno (o di più se necessario) in modo che tutti gli utenti possano ripristinare la loro riserva d’acqua a prescindere dalla potenza della pompa. Io sto parlando per la mia zona (corso Umberto I°) ma mi risulta che il problema riguarda tutti i ciminnesi, o quasi.

  4. Onofrio, noi una proposta l’abbiamo fatta in tempi non sospetti, ma neanche ci degnano di una risposta http://www.liberamenteciminna.it/lmc/dopo-6-mesi-nessuna-risposta/ abbiamo pure fatto un sollecitato ma il silenzio perdura. Comunque in qualche bar ho letto una copia fotostatica di un fax in cui la ditta che gestisce il servizio dell’acqua si giustificava dei disservizi dell’erogazione dell’acqua di queste settimane perchè stava potenziando una stazione di pompaggio in territorio di Baucina. Se ti può essere di consolazione, io ed alcuni miei vicini di casa, contribuiamo a non aggravare la situazione della carenza idrica, attingendo direttamente alla fontana di Sant’Andrea, lasciando la nostra razione di acqua ad altri utenti. Così facendo valorizziamo l’acqua che si perde durante la notte. Naturalmente la clorazione dell’acqua è a nostre spese, visto che si tratta di acqua non potabile. Ognuno nel suo piccolo contribuisce al benessere comune come può. Ciao

  5. Grazie delle informazioni, Filippo. Rinunciare all’acqua della rete idrica per lasciarla nella disponibilità degli altri utenti è sicuramente un gesto encomiabile, anche se è una magra consolazione. Dopo il commento di ieri, oggi acqua me ne è arrivata pochissima, meno degli altri giorni, mi auguro che non ci sia una relazione tra i due eventi. Certo che un’informazione più puntuale alla cittadinanza potrebbe contenere i disagi. Qualche settimana fa, non sapendo dei problemi che c’erano nel servizio idrico, mi sono trovato con il serbatoio dell’acqua completamente asciutto per due giorni.

Rispondi a anonimo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *