Ciminna: “Le notti di San Vito” arte e cultura tra i tesori della Chiesa Madre

di Agorà Ciminna

Si svolgerà sabato 5 e domenica 6 settembre la manifestazione “Le notti di San Vito” organizzata dalla Parrocchia Santa Maria Maddalena di Ciminna in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono e dedicata ai tesori artistici della Chiesa Madre.

Si partirà sabato alle ore 20 con l’inaugurazione del Museo della Chiesa Madre e fino alle ore 24, così come anche domenica 6, sarà possibile visitare la torre campanaria, assistere alla proiezione di foto e video dedicata alla “Processione Figurata di San Vito” ed ascoltare il suono dell’organo a canne della Chiesa Madre di Ciminna che sentiamo anche nella scena del canto del “Te Deum” nel film “il Gattopardo” di Visconti girata appunto all’interno della chiesa ciminnese.

La chiesa Madre di Ciminna intitolata a Santa Maria Maddalena è ricca di opere d’arte, ogni epoca ha lasciato la sua impronta e si possono ripercorrere i secoli passati attraverso la suggestione di diverse opere: tra sculture di santi, maioliche dei pavimenti, argenti sacri, opere tessili, geometrie dell’arte e dell’architettura, paramenti sacri, di particolare pregio si possono ammirare il coro ligneo intagliato da Francesco Amari, gli immensi stucchi della tribuna maggiore realizzati dai fratelli Li Volsi da Tusa che ricordano l’antica decorazione della tribuna maggiore della Cattedrale di Palermo, oggi non più esistente. Per non parlare del Polittico del SS. Sacramento del Gagini che si trova nei locali del Museo.

Il Museo inoltre sarà visitabile negli orari di apertura della chiesa, vedi PROGRAMMA FESTA DI SAN VITO 2020.

Dal film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti. Il principe di Salina e la sua famiglia arrivano a Donnafugata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *