La Beffa della Palestra continua…?

di LiberaMente Ciminna

Pensavamo ormai di avere scritto tutto su questa storia, ma come dice un vecchio detto “al peggio non c’è fine“. La Beffa Continua…?

20131004_103535 (800x587)Naturalmente stiamo parlando della partecipazione del progetto di completamento del Plesso Scolastico dell’Istituto Superiore Nicolò Palmeri di Ciminna “ALL’AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE D’INTERESSE OBIETTIVI DI SERVIZIO – DELIBERA CIPE N. 79/2012“, che altro non è che il famoso bando di finanziamento di cui parlavamo nell’articolo pubblicato in data 4 novembre 2013.

In quell’articolo, ci rammaricavamo del fatto che gli Uffici Tecnici della Provincia di Palermo, non erano stati in grado di presentare entro i termini previsti del 20 ottobre 2013, tutta la documentazione necessaria per partecipare alla manifestazione d’interesse.

Dalla data di pubblicazione del precedente articolo, ci eravamo attivati contattando le trasmissioni televisive Le Iene e Striscia la Notizia al fine di sensibilizzare gli organi di governo a trovare una soluzione ragionevole per il completamento dell’intera struttura scolastica.

strisciaienePurtroppo ad oggi non ci è pervenuta nessuna risposta.

Da qualche settimana avevamo avuto notizie circa la possibilità di una eventuale proroga della data di scadenza per la presentazione delle istanze di partecipazione alla manifestazione d’interesse collegata alla delibera del CIPE n°79/2012.

In data odierna, siamo venuti a conoscenza che la Regione Sicilia ha riaperto i termini per la presentazione dei progetti previsti dalla delibera del CIPE e con grande entusiasmo abbiamo contattato la Preside prof.sa Anna Rita  ZAPPULLA, informandola della possibilità di potere fare rientrare il progetto del completamento del plesso di Ciminna nel bando per la manifestazione d’interesse.

zappullaContestualmente abbiamo allertato gli uffici tecnici della Provincia Regionale di Palermo, i quali erano già informati della notizia, cercando di sensibilizzare gli stessi ad ottemperare nel più breve tempo possibile al completamento di quanto necessario per la presentazione dell’istanza di partecipazione alla manifestazione d’interesse.

Insomma, abbiamo coinvolto tutti gli organi istituzionali interessati alla vicenda per evitare che anche questa opportunità potesse svanire nel nulla, come accaduto in precedenza.

Non avendo avuto certezza della data ultima di scadenza della presentazione delle istanze, abbiamo cercato di capire con quale decreto fosse stata effettuata la proroga della scadenza del bando, trovandone traccia nella Gazzetta Ufficiale delle Regione Siciliana del 31 ottobre 2013 a pag 37, che trovate allegata nel presente articolo.

In effetti, con decreto del 17 ottobre 2013, vengono prorogate di trenta giorni i termini di presentazione dei progetti.DOMENICO TUCCI COMMISSARIO STRAODINARIO DELLA PROVINCIA DI PALERMO

Approfondendo la lettura del Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento dell’Istruzione, ci accorgiamo che i trenta giorni di proroga concessi, anziché decorrere come normalmente avviene dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, decorrono dalla data di scadenza del precedente Bando.

In pratica facendo un breve calcolo la nuova scadenza ultima di presentazione delle istanze è prevista per il19 novembre 2013, salvo nostri errori di calcolo.

Cosa significa tutto questo?

Semplice, chi è stato informato da fonti interne dell’Assessorato, (politici, funzionari, tecnici, etc)  ha potuto completare e presentare le proprie istanze in tempo, naturalmente a discapito di chi ha dovuto aspettare la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale.

PROROGABasti pensare che il decreto di proroga porta la data del 17 ottobre 2013, ben tre giorni prima della data di scadenza del primo bando, mentre la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale risale alla data del 31 ottobre 2013.

Cari concittadini, lunedì 18 novembre 2013 ci sarà un incontro tra la Preside del Nicolò Palmeri, gli Ingegneri degli Uffici Tecnici della  Provincia di Palermo ed il Commissario Straordinario della Provincia di Palermo, in cui si cercherà di trovare una possibile soluzione per non perdere ancora una volta la speranza di vedere completata questa opera di fondamentale importanza per il nostro territorio.

Sappiamo benissimo che a causa dell’immediatezza della scadenza, sarà difficilissimo da parte della Provincia di Palermo partecipare a questa manifestazione d’interesse, proprio per questo ci appelliamo a tutti i componenti istituzionali avente parte in questa vicenda, ed in particolare modo al Commissario Straordinario della Provincia di Palermo Generale in pensione dell’Arma dei Carabinieri Domenico TUCCI, affinché si possa trovare la volontà e le risorse per riuscire a presentare in tempo utile tutta la documentazione necessaria per partecipare a questo importante bando che potrebbe finanziare l‘INCOMPIUTA DI CIMINNA.

Noi nel nostro piccolo stiamo facendo e continueremo a fare la nostra parte, ma serve l’aiuto di tutta la comunità del nostro territorio Baucina, Ciminna e Ventimiglia di Sicilia per non fare cadere l’attenzione su questa vicenda, per questo vi invitiamo tutti ad inoltrare a questo indirizzo email d.tucci@provincia.palermo.it una lettera al Commissario straordinario della Provincia di Palermo, invitandolo giorno 18 novembre 2013 a trovare una soluzione per la nostra Scuola.

Seguiremo con  attenzione lo sviluppo di tutta la vicenda e vi aggiorneremo di eventuali novità.

5 Replies to “La Beffa della Palestra continua…?”

  1. AMMINISTRATORI CIMINNESI VERGOGNATEVI, SE SARESTE STATI UNA SQUADRA DI CALCIO IL BUON ZAMPARINI VI AVREBBE PRESO A CALCI INCULO E AVEBBE CACCIATO L’ALLENATORE (cioè il sindaco). NON MERITATE DI AMMINISTRARE QUESTA COMUNITA’. IN DUE ANNI NON AVETE COMBINATO UN BEL NULLA TRANNE CHE PRENDERVI LO STIPENDIO E POI NON VENGA IL BUON ELIA CATALANO A FARE IL DIFENSORE D’UFFICIO…. MEGLIO STENDERE UN VELO PIETOSO. PEGGIO DI COSI’….!

  2. ma il comune che responsabilità ha su un immobile della provincia????????? ma di cosa accusate l’amministrazione comunale?????’ prima di scrivere documentatevi bene.
    ora tutto il male è dell’amministrazione Comunale , la palestra di Ciminna è stata realizzata negli anni 90 , di cosa accusate il buon Vito Catalano .

    1. Francesco capisco la tua ironia, ma chi legge il tuo post potrebbe non capirla e fare solo confusione.
      L’Amministrazione Comunale non è stata citata nel nostro articolo come responsabile di questa storia, il nostro appello è inoltrato a tutti: ciminnesi, politici, ex politici, pseudo politici, anti politici, uomini di cultura, uomini delle istituzioni, uomini di religione, uomini di potere, ominicchi e quaquaraqua, insomma penso di avere inserito quasi tutte le categorie, non cito tutti gli altri solo per ragioni di sintesi.
      Quindi caro Francesco anche tu puoi fare la tua parte. Manda una email a d.tucci@provincia.palermo.it e fai sentire pure la tua voce.

  3. il mio commento non era ironico, resto convinto che nel tempo tutti potevamo intervenire , poi sul commissario alla Provincia Tucci , non credo che con qualche mail si potrà sortire qualche effetto , secondo me, necessita scrivere al Presidente Crocetta che potrebbe fare qualcosa.
    cmq nessuna polemica con la meritevole iniziativa del movimento Liberamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: