Ti cuntu un cuntu: A robba di Patri Bonnì.

di *TI CUNTU UN CUNTU – per non dimenticare, rivolto alle nuove generazioni

5° PUNTATA

Un detto ciminnitu dice: “A URA DI ROBBA GUARDATI PURU RI TO PATRI CA TI FICI”.

Dicasi così quando si procede o si pensa alla spartizione dei beni familiari, che bisogna guardarsi e stare attenti alla loro divisione o assegnazione testamentaria, anche dai familiari più stretti.

In questa puntata vi voglio parlare della “robba di Patri Bonnì”, ossia della divisione dell’eredità devoluta per testamento dal sacerdote della famiglia Bondì. Questo sacerdote, ricchissimo ma molto avaro, era proprietario di tanti terreni e di una modesta casa nel “chianu ra Funtanedda”.

Vi allego il video del “cuntu” che racconta la vecchia storia.

Il prossimo sabato, considerato che siamo nella festa liturgica del “Santu Patri” san Francesco di Paola, vi racconterò un altro “cuntu” riferito alla sacra immagine del santo.

Spero che questo “cuntu” sia stato di vostro gradimento e, se vi fa piacere, lasciate gentilmente un “mi piace”.

Buona giornata e alla prossima!

*di Rosario Priolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *